L’ agenzia ufficiale Nuova Cina ha confermato oggi che quattro alti dirigenti locali, di cui non si conosce la nazionalità, della compagnia farmaceutica britannica GlaxoSmithKline sono stati arrestati con l’accusa di corruzione: sono il responsabile della direzione operativa della compagnia in Cina, quello degli affari giuridici, quello degli affari economici e quello delle risorse umane, i quali, stando alle accuse, avrebbero pagato tangenti per spingere “funzionari governativi, ospedali e medici” a fare uso ed a promuovere i loro prodotti. Sarebbero inoltre stati utilizzati, come ha riportato l’agenzia Xinhua, anche “altri canali, come le agenzie di viaggio, mazzette e patrocini”.
Sempre stando a quando mosso dagli inquirenti, i dirigenti dell’azienda farmaceutica avrebbero anche procurato i favori sessuali di prostitute ai vari funzionari per chiudere un occhio sull’aumento illegale dei prodotti farmaceutici della Glaxo.
Oltre ai quattro alti dirigenti, sono stati fermati anche una ventina di funzionari.
La Glaxo, presente in Italia fin dal 1932, con una sede a San Polo di Tottile, nei pressi di Parma; per fare cassa e quindi sbarcare in Cina, l’importante centro di ricerche di Verona è stato ceduto nel 2010 alla statunitense Aptuit, la quale ha assorbito una parte dei quasi 600 ricercatori.

Fonte: http://www.notiziegeopolitiche.net/?p=31103

Share