L’intervento eseguito a Padova. Il report pubblicato su Anaesthesia. La donna, di 42 anni, aveva un tumore alla coscia ma era allergica agli anestetici verso i quali presentava reazioni anafilattiche. E’ stata quindi ipnotizzata e operata con l’asportazione del tumore. Quando si è svegliata ha dichiarato di non aver provato alcun dolore.

 

– Una paziente di 42 anni con sensibilità chimica multipla e precedenti reazioni anafilattiche agli anestetici locali è stata ricoverata a Padova per la rimozione di un tumore della pelle della coscia sotto ipnosi come unica anestesia. Il protocollo ipnotico, guidato da Enrico Facco, docente di Anestesia e rianimazione del Dipartimento di Neuroscienze dell’Università di Padova,ha incluso l’analgesia ipnotica focalizzata e un test di soglia del dolore pre-operatorio.

Dopo l’induzione delll’ipnosi, è stata eseguita un’ampia escissione, conservando la fascia profonda, e il tumore è stato rimosso.

La frequenza cardiaca della paziente e la pressione arteriosa non sono aumentate durante la procedura. Quando la donna è stato risvegliata dall’ipnosi, ha riferito di non avere percepito nessun dolore ed è stato dimessa immediatamente. Il caso – scrivono gli autori dell’intervento – conferma l’efficacia di ipnosi e dimostra che potrebbe essere utile come unico metodo anestetico in casi selezionati. L’ipnosi – aggiungono – può prevenire la percezione del dolore e lo stress chirurgico nel suo complesso, con risultati confrontabili con quelli ottenibili con i farmaci anestetici.

Fonte: www.quotidianosanita.it

Share