image

Dei ricercatori hanno individuato il “gene della fame”, presunto responsabile dell’aumento dell’appetito. Sarà possibile spegnerlo?

Studi recenti indicano nel nostro organismo la presenza di una sorta di “gene della fame” nemico giurato del metabolismo. Attraverso un campione di 2101 persone gli scienziati sono riusciti a scoprire che coloro che avevano una particolare mutazione di un gene chiamato KSR2, erano più affamati e bruciavano un numero inferiore di calorie rispetto a coloro che avevano una variante normale dello stesso gene.
Un’alimentazione migliore e l’attività fisica aiutano, dunque, a tenere sotto controllo il peso. Alcune persone non ci riescono e continuano a ingrassare anche a causa di fattori genetici. Una possibile cura per questo tipo di problemi potrebbe venire in futuro dalla metformina, un principio attivo utilizzato per la cura del diabete. In ogni caso, conviene sempre limitarsi senza mai trascura la ginnastica.

Fonte: centrometeoitaliano.it

Share