COMUNICATO SINDACALE del 2 OTTOBRE 2013
In data odierna, su convocazione di Unindustria, le OO.SS. e la RSU hanno incontrato la DA MSD.
Oggetto della comunicazione aziendale è stato l’avvio di una procedura di mobilità che coinvolgerà 243 dipendenti MSD Italia.
La procedura di riduzione del personale, aperta a seguito della riorganizzazione globale già annunciata dai vertici MSD & Co nei giorni scorsi, è stata formalmente avviata in data odierna.
La DA MSD Italia ha comunicato che la riduzione riguarderà le seguenti BU: PRIMARY CARE totale 190 posizioni, di cui:
– Linea Cardio 46 ISF Spec.
– Linea Osteo 43 ISF Spec.
– Linea CVM 44 ISF
– Linea RBP 47 ISF
– DM 10 posizioni
WHOM totale 22 posizioni, di cui:
– Linea Ginecologia 11 ISF + 1 DM
– Linea Oftalmica 9 ISF + 1 DM DIVERSIFIED 1 posizione di KAM
Conseguentemente, anche la Sede sarà impattata dalla riorganizzazione.
In particolare, saranno decentrate le funzioni di supporto al business per un totale di 30 posizioni lavorative, così come di seguito riportato:
– Finance 11 posizioni
– IT 5 posizioni
– Business Operation 8 posizioni
– Direzione Medica 2 posizioni
– HR 1 posizione
– Assistant 3 posizioni
A seguito della comunicazione della DA, le OOSS hanno dichiarato irricevibile la procedura di mobilità e hanno manifestato, unitariamente, la loro contrarietà circa il metodo adottato nella gestione della comunicazione.
Conditio sine qua non per poter continuare il confronto, sarà la presentazione di un piano industriale preciso e dettagliato di come MSD intenderà continuare ad operare nel prossimo futuro in Italia.
E’ stato immediatamente proclamato lo stato di agitazione e le OO.SS. si riservano di comunicare a breve eventuali azioni di lotta.
Alla luce di quest’ultima comunicazione, sarà importante una massiccia partecipazione all’assemblea nazionale già indetta per il giorno venerdì 18 ottobre presso l’Hotel Holiday Inn in via Castello della Magliana con inizio alle ore 11,30. All’Assemblea saranno presenti le OOSS.
Sarà nostro impegno aggiornarvi tempestivamente sui prossimi sviluppi.
Le OO.SS. e la RSU MSD

Share