Producevano farmaci contraffatti a Latina – Maglie – FuturaTv

Maglie – C’è anche una salentina tra i tre dirigenti della casa farmaceutica “Geymonat” di Anagni, arrestati dai Carabinieri di Latina con l’accusa di aver contraffatto il medicinale “Ozopulmin”, tipologia di supposte utilizzate per la cura di malattie respiratorie di bambini ed anche di neonati. La donna è originaria di Maglie.

A coadiuvare le indagini dei Nas, l’Agenzia Italiana del Farmaco (Aifa) assieme all’Istituto Superiore di Sanità (Iss). Gli ordini di cattura sono stati emessi dal Gip del Tribunale di Frosinone. Secondo l’accusa, i tre arrestati avrebbero inserito therebentina HE Trementina, sostanza simile al principio attivo originale, ma che invece avrebbe reso del tutto inefficace il farmaco, rendendolo perciò nocivo e pericoloso per la salute.

Determinante per l’avvio delle indagini, la segnalazione di un farmacista di Roma accortosi di alcune anomalie del prodotto. In particolare, è emerso che gli indagati, rimasti sprovvisti del principio attivo necessario, avrebbero provveduto ad immettere in commercio un farmaco inefficace allo scopo terapeutico, pur di “far cassa”.

Il farmaco è stato immediatamente ritirato con provvedimento amministrativo dell’Aifa e non è più presente sui banconi delle farmacie. Utili ai fini dell’indagine si sono rivelate alcune intercettazioni telefoniche, dalle quali è emerso come alcuni dipendenti della società fossero ben consapevoli della contraffazione.

Fonte: www.futuratv.it

Share