cefalea_78311

Se soffrite di emicrania attenzione a non bere dalle bottiglie o dai bicchieri di plastica e ad evitare di cuocere i cibi direttamente nel vassoio del microonde, perché il vostro disturbo potrebbe ripresentarsi rapidamente e in maniera piuttosto violenta.

La colpa, secondo uno studio americano, sarebbe tutta da attribuire al bisfenolo A (Bpa) una sostanza chimica utilizzata per produrre la plastica già ritenuta responsabile di disturbi come obesità, infertilità e attacchi cardiaci e che ora e’ considerata anche una delle cause scatenanti dell’insorgere dei fortissimi mal di testa che, solo in Italia, colpiscono circa cinque milioni di persone.

Per arrivare a questa conclusione gli studiosi della Kansas University hanno svolto alcuni esperimenti sui topi in laboratorio, somministrando alla metà di loro ogni tre giorni il bisfenolo A.

Dai risultati della loro ricerca, pubblicata sulla rivista Toxicological Sciences, e’ emerso che circa mezz’ora dopo la somministrazione di bisfenolo A i topi che lo avevano ricevuto apparivano meno attivi, si tenevano lontani da rumori e luci e mostravano i segnali tipici di un indolenzimento alla testa. Lo studio, per il quale sono stati utilizzati parametri per rilevare l’emicrania nei topi da laboratorio applicabili anche all’uomo, evidenzia quindi secondo gli studiosi che l’esposizione al bisfenolo A aumenta l’incidenza e la prevalenza dell’emicrania.

Fonte: pharmastar.it

Share